All posts by Pangender Pansessuale

Nessuna Famiglia: tante famiglie!

 Sabato 1 Aprile 2017 dalle ore 1430 in Piazza De Ferrari a Genova
Nessuna Famiglia: tante famiglie!

La famiglia naturale non esiste!
In occasione del convegno “La Famiglia a grandezza naturale”, patrocinato dalla Regione Liguria, il Coordinamento Liguria Rainbow e Non una di meno Genova vi invitano ad un pomeriggio di mobilitazione e partecipazione con giochi, performance, microfono aperto e musica per manifestare la bellezza delle nostre famiglie senza confini!

Contro l’attacco fondamentalista all’autonomia di donne e persone lgbt e contro le politiche discriminatorie della regione Liguria!

Porta con te carta e colori per disegnare assieme ai più piccini, una scatola di cartone della grandezza che vuoi per creare un’installazione tutte/i assieme e un paio di mutande da appendere! Non dimenticare di portare con te la voglia di stare insieme riempiendo lo spazio pubblico, oltre l’8 marzo, per continuare a dare vita alla marea femminista: ripartiamo dai nostri desiderio.

Evento organizzato da Coordinamento Liguria Rainbow (EVENTO FACEBOOK)

Harold – Spettacolo di improvvisazione teatrale LGBTI

 VENERDI 24 MARZO ORE 21 Presso ALTROVE-TEATRO DELLA MADDALENA
PIAZZETTA CAMBIASO 1 (GENOVA)
Si terrà lo Spettacolo di improvvisazione teatrale LGBTI HAROLD

Venerdì 24 marzo 2017 ci vediamo dalle 20:00 per brindare insieme e a seguire dalle 21 alle 22.30 sul palcoscenico dell’Altrove – Teatro della Maddalena andrà in scena lo spettacolo di improvvisazione teatrale “Harold – da una parola, infiniti mondi”.

Dopo il successo in febbraio di “L’importanza di lavarsi presto” di Mikaela Mikamale, stavolta è il turno dell’improvvisazione teatrale scaldare gli animi del pubblico genovese: la compagnia RubikTeatro porterà in scena lo spettacolo “principe” ed estremo della nobile arte del recitare all’improvviso.
“Harold” nasce una trentina d’anni fa a Chicago e inizia con un unico suggerimento del pubblico, solitamente una frase o una parola: da qui nascono più storie che si inseguono e si intersecano fondendo in sé tutti i linguaggi teatrali dell’improvvisazione.
Ridere, piangere, sognare: cosa ne uscirà fuori?
Nessuno lo sa, nemmeno gli attori (altrimenti che improvvisazione sarebbe?).

Organizzata da Coordinamento Liguria Rainbow , Rainbow Pangender Pansessuale Genova Liguria Gaynet e LesboEventi, la serata fa parte di un ciclo di tre spettacoli volti alla sensibilizzazione sulle tematiche dei diritti civili, con particolare riferimento al mondo LGBTI.
La compagnia di improvvisazione teatrale RubikTeatro è una fucina di idee e di sperimentazione direttamente sulla scena: un’esperienza sempre nuova che da diversi anni diffonde l’improvvisazione teatrale in Liguria.

Ingresso con sottoscrizione volontaria con brindisi per finanziare il Liguria Pride 2017

Evento organizzato dal Coordinamento Liguria Rainbow (EVENTO FACEBOOK)

Presentazione del libro “Angeli con le ali bagnate”

GIOVEDÌ 23 MARZO dalle ore 18:00 alle ore 20:00
Presentazione del libro “Angeli con le ali bagnate”
Presso i Giardini Luzzati – Spazio Comune (Piazza Girdini Luzzati 1 – Genova)

Angeli con le Ali Bagnate di Rossella Bianchi  con Rossella Bianchi, presenta Federico Caprini Acquarone Presidente Associazione Raibow Pangender Pansessuale Liguria Gaynet.

“Angeli nati con le ali bagnate, nati col sorriso nel cuore e col sorriso sulla bocca vi siete donati al mondo. Ma un vento gelido e crudele ha spento il vostro sorriso, ha pugnalato il vostro cuore, ha spezzato le vostre ali. Chissà, se anche lassù, angeli dalle ali bianche immacolate, guardano con sdegno e disprezzo le vostre ali ingrigite e spezzate”.

La storia di Rossella è quella di una parte di Genova in cui, ancora oggi, la maggioranza dei genovesi non mette piede: nel cuore del ghetto dove vive la comunità trans più numerosa d’Italia. Rossella nacque Mario nel novembre del 1942.

“Quando i bambini nascono sono angeli, anch’io ero un angelo, ma alcuni nascono con le ali bagnate e invano inseguiranno il sole per asciugarsele. Ecco, io ho capito che non avrei mai volato, ma non potevo rassegnarmi a strisciare. Ho deciso che anche senza poter volare volevo vivere, amare per essere amata a mia volta. Sotto la mia apparente timidezza e i sottomessi silenzi covavo tutta la mia determinazione a non farmi annientare”.

Attraverso esperienze drammatiche (prostituzione, droga, carcere) e passioni sincere, la lotta per affermare la propria identità.

Organizzato da Giardini Luzzati – Spazio Comune (EVENTO FACEBOOK)

Che genere di scuola-Giornata di riflessione e formazione

Alla luce della massiccia adesione all’appello promosso dal Coordinamento Liguria Rainbow per la libertà di espressione e di insegnamento, la democrazia, la laicità e il pluralismo, minacciati dall’istituzione di “sportelli antigender”, invitiamo il mondo della scuola e la cittadinanza ad una giornata di riflessione e formazione sui temi della educazione alla affettività, al rispetto delle differenze e per il contrasto alla violenza di genere e alla omotransfobia.

Sabato 4 febbraio 2017 dalle 14,30 alle 19 si svolgerà la giornata di formazione e riflessione Che Genere di Scuola che avrà luogo nella Sala Consigliare Città Metropolitana (ex Provincia) Largo Eros Lanfranco 1.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

ore 14,30 iscrizione ai gruppi

ore 15,00 interventi:

  • Ilaria Gibelli, avvocata, presidente Comitato Liguria Pride
  • Simone Castagno, Famiglie Arcobaleno, Coordinamento Liguria Rainbow
  • Rappresentante del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
  • Emanuela Abbatecola, Università di Genova, AG-About Gender
  • Marta di Cola e Maria Vittoria Rambaldi, Associazione Scosse, Roma
  • Maria Teresa Vacatello – Dirigente Scolastica
  • Giulio Derchi, Consulta provinciale degli studenti di Genova

ore 16 Presentazione Laboratori

Costruire progetti contro gli stereotipi di genere – condotto da Alessia Dulbecco, pedagogista, Firenze

Al di là del banco: educare alle differenze per contrastare bullismo e cyberbullismo – condotto da Marta di Cola e Maria Vittoria Rambaldi, Scosse, Roma

Variabili differenze e differenze parallele – condotto da insegnanti della scuola Don Milani

La peer education contro la violenza di genere – condotto dai/dalle giovani peer educator del progetto JCVG

Apprendere, comprendere, sentire, esperienze di genitori AGEDO – condotto da Daniela Pittaluga, psicoterapeuta AIED e Clara D’Avenia, consulente AIED

ore 18.00 Restituzione laboratori

ore 18.30 DIBATTITO

 

è gradita la preiscrizione ai laboratori, inviando mail a coordinamentoliguriarainbow@gmail.com

Invecchiare LGBT housing e futuro

SABATO 26 NOVEMBRE h:17:30 Presso il Palazzo Ducale ( SALA DEL CAMINO)

15109416_1215278641892298_1981884164427474383_nQuando siamo giovani, l’idea di invecchiare sembra essere un’eventualità che non ci riguarda.

L’idea che saremo anziani appare talmente remota da farci credere che non interesserà mai la nostra persona. Abbiamo voglia di lottare, vogliamo migliorare il mondo che stiamo vivendo, e non riusciamo proprio ad immaginare il nostro futuro.

Ma il tempo scorre e non sempre ci chiediamo cosa ne sarà del nostro divenire, dove abiteremo, chi sarà con noi.
In alcune città d’Europa già da molti anni si realizzano strutture dedicate ad utenza LGBT in terza e quarta età, dove si può scegliere di vivere in compagnia di persone affini.

Abbiamo ascoltato chi già ci sta pensando, poi siamo andati a visitare le residenze già pronte di Madrid, Berlino e Londra, e ci siamo informati su cosa si sta facendo oggi in Italia.

Evento organizzato in collaborazione col Coordinamento Liguria Rainbow e Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura col patrocinio del Comune di Genova e del Municipio Centro Est

EVENTO FACEBOOK

Transgender Day of Remembrance

locandina-001

Il Transgender Day of Remembrance o TDoR è una ricorrenza della comunità Pangender Pansessuale per commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender (transfobia).

L’evento, che si celebra il 20 novembre, venne introdotto da Gwendolyn Ann Smith in ricordo di Rita Hester, il cui assassinio nel 1998, avvenuto a ridosso della data in cui si celebra la ricorrenza, diede avvio al progetto web “Remembering Our Dead” e nel 1999 a una veglia a lume di candela a San Francisco.

Da allora l’evento è cresciuto fino a comprendere commemorazioni in centinaia di città in tutto il mondo

EVENTO FACEBOOK

Tiziana suicida: considerazioni non ortodosse sulla “gogna mediatica”

Inutile che io racconti anche solo una virgola dei fatti accaduti… I giornali ne sono pieni e così i TG. Non parlano d’altro (salvo interruzioni dovute a qualsiasi cosa scoppi in città europee o americane)… Comunque questa ragazza ha girato un video porno e si è fidata di persone che poi hanno messo in rete il suddetto video (comprensivo di audio).

Il mondo sa (a parte gli infelici cronici) che il sesso è un fatto naturale e che la maggior parte delle persone, durante l’atto sessuale, dice cose che normalmente non direbbe. Peraltro fa anche cose che in altre situazioni non farebbe. Il sesso orale entra in contatto con organi che di norma si toccherebbero solo con guanti sterili e mi fermo qui, senza analizzare sesso anale, pioggia dorata ecc. ecc. Il sesso è l’anti igiene per eccellenza da sempre (a parte qualche precauzione dai tempi dell’Aids).

Finisco qui le premesse. Tiziana si è suicidata per la gogna mediatica? Io penso che la risposta giusta sia “ni”. Comprendo che il fatto che sto per raccontare è diverso ma mi serve come esempio. Ad inizio transizione (un annetto dopo, ai tempi della foto di questa nota) ebbi un breve rapporto con un “maschietto” molto gentile. Con lui avevo confidenza e poi mi portava sempre a mangiare (e bere ottimo Cartize) e quindi favoriva, creando la situazione, la mia disinibizione (non che ne avessi grande bisogno, in realtà). Quindi girammo un video mentre scopavamo e anche in situazioni erotiche all’aperto. All’aperto niente di che, niente porno, ma comunque osèe… Quella cassetta (erano altri tempi!) rimase in casa mia mesi, dimenticata, dopo le prime visioni insieme a lui.

Read more… →

UNIONI CIVILI

UNIONI CIVILI

unioni-civili-roma

DAL SITO DEL COMUNE DI GENOVA

In data 5 giugno 2016 è entrata in vigore la Legge 20 maggio 2016 n. 76 (G.U . 21.5.2016 S.G. n. 118) “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze” (cd. Legge Cirinnà).

Con la costituzione dell’unione civile tra persone dello stesso sesso le parti acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dall’unione civile deriva l’obbligo reciproco all’assistenza morale e materiale e alla coabitazione.

Entrambe le parti sono tenute, ciascuna in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale e casalingo, a contribuire ai bisogni comuni.

L’Amministrazione civica ha attivato una semplice procedura che si svolge in due fasi successive:

Nella prima fase chi intende costituire un’unione civile chiede un appuntamento all’Ufficio Unioni Civili di corso Torino 11.

Nel giorno che verrà concordato, le parti potranno comparire insieme dinanzi all’Ufficiale di stato civile per richiedere la costituzione dell’unione e dichiarare sotto la propria responsabilità di essere in possesso di tutti i requisiti previsti.

L’Ufficiale di stato civile redige un verbale e invita le parti a comparire nuovamente dinnanzi a sé, non prima di 15 giorni, tempo necessario per gli accertamenti previsti dalla legge, per la costituzione vera e propria dell’unione civile.

Al secondo appuntamento le parti, alla presenza di due testimoni, dichiarano congiuntamente di voler costituire l’unione civile all’Ufficiale di stato civile, che redige l’atto che farà sottoscrivere a tutti gli intervenuti (uniti civilmente, testimoni, ufficiale procedente).

Dopo la redazione e sottoscrizione dell’atto, l’Ufficiale iscrive nel Registro di stato civile provvisorio l’atto di Unione civile tra persone dello stesso sesso, che è così costituita e valida a tutti gli effetti di legge.

Read more… →